Come si svolge l'esame BIA Bioimpedenziometrico Dott.ssa Apice - Apice Mariagrazia Nutrizionista

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Come si svolge l'esame BIA Bioimpedenziometrico Dott.ssa Apice

Come si svolge l’esame bioimpedenziometrico?

Per eseguire correttamente l’esame bioimpedenziometrico al momento della visita il paziente dovrà essersi attenuto alle seguenti semplici regole:

  • Essere a digiuno da almeno 2/3 ore;
  • Non aver svolto attività fisica da almeno 24 ore
  • Aver svuotato la vescica almeno 30 minuti prima dell'esecuzione dell'esame
  • Non aver assunto alcool;
  • Non essere in condizione di febbre;

    NON VI SONO CONTROINDICAZIONI ALL’ESECUZIONE DELL’ESAME.
   
L'impedenziometro è un apparecchio rilevatore di corrente attraverso la tecnica tetrapolare che viene collegato a due coppie di elettrodi (DUE INIETTORI che forniscono corrente alternata a bassissimi livelli di intensità e DUE SENSORI che rilevano la corrente che ha attraversato le strutture biologiche) disposti convenzionalmente uno sul dorso di una mano, e l'altro sul dorso del piede dello stesso lato del corpo del paziente.
Lo strumento effettua un’analisi Total Body attraverso l’uso di cinque frequenze in modo tale da ottenere una più ampia elaborazione dei dati ottenuti. Inoltre la presenza di alte e basse frequenze alternate garantisce una misurazione dell’acqua intra ed extracellulare anche nelle diverse condizioni fisiopatologiche. I dati elettrici rilevati verranno elaborati graficamente dallo strumento.  
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu